Elenco dei prodotti per la marca LA JARA

Mettiamo da parte la fretta e le nostre esigenze per dedicarci alla cura minuziosa di ogni singola vite e metterci al servizio della terra.

http://www.lajara.it

I lunghi filari dei vigneti appartengono alla famiglia Marion, proprietaria dell’azienda agricola La Jara, sin dal lontano 1891. L’amore per la terra e per i suoi frutti si è tramandato di generazione in generazione e oggi è portato avanti con dedizione e impegno da Massimo e Paolo Marion, che dal 1999 dirigono con rinnovato slancio l’azienda. Paolo e Massimo, guidati dai valori e dagli insegnamenti tramandati da nonno Pietro, hanno portato il loro carattere innovativo rivoluzionando completamente le tecniche di lavorazione e passando ad un’agricoltura completamente biologica; ispirandosi sempre alla filosofia di Pietro tutt’ora viva a La Jara: la natura è una macchina perfetta.

“La Jara” è il nome che abbiamo dato all’azienda agricola, sinonimo di impegno e amore per la terra, è il termine dialettale per indicare “la ghiaia”; proprio quella ghiaia, composta da sassi bianchi e calcarei levigati del fiume Piave, che ricopre il terreno e conferisce alle nostre uve peculiarità e caratteristiche organolettiche uniche durante la maturazione. Il nome La Jara rappresenta la nostra costante attenzione e dedizione al campo e alla terra, la fatica e l’attento lavoro che svolgiamo tra i filari ogni giorno, estate e inverno. Grazie alle cure che riserviamo ai nostri vigneti in ogni stagione dell’anno, otteniamo uva di alta qualità che dà vita a un vino sano e genuino. Da più di cent’anni ci dedichiamo a queste terre.

Territorio: la terra del Prosecco e del fiume Piave
Nel cuore del Nord-Est d’Italia, a soli 50 km da Venezia, si trovano le inconfondibili terre del Prosecco. E’ proprio in questo splendido territorio, tra le colline di Conegliano e Valdobbiadene sino al fiume Piave, che si estendono i nostri vigneti coltivati secondo i principi dell’agricoltura biologica. La Jara si contraddistingue nella produzione di vini biologici di qualità, ispirandosi ai principi di rispetto del vigneto e del suo naturale ciclo di fertilità. I lunghi filari allineati nei campi pianeggianti circostanti la cantina si estendono per 50 ettari fino a sfiorare il letto sassoso del fiume Piave che ha regalato al terreno una morfologia unica.

La “Jara”: la ghiaia che rende unico il nostro Prosecco

La terra che nutre i nostri vigneti si contraddistingue per un carattere unico. Il suolo infatti è costituito da sassi bianchi e calcarei del fiume Piave, che accumulano calore durante il giorno per restituirlo lentamente di notte. E’ grazie a questa singolare conformazione del terreno che l’uva regala profumi freschi e varietali, che nel vino si traducono in un bouquet complesso e vario di profumi fruttati e floreali. Biologico per amore della terra.

Il rispetto e l’amore per questa terra ci spingono a lavorare in simbiosi con la natura e con tutto quello che la compone, preservandone l’equilibrio. Il lavoro in vigna è attento e scrupoloso nell’assecondare il ciclo naturale della vite, rispettandone la crescita e la fertilità, fortemente legata all’andamento stagionale. Mettiamo da parte la fretta e le nostre esigenze per dedicarci alla cura minuziosa di ogni singola vite e metterci al servizio della terra, così come lo fa papà Bruno da sempre, fin da quando, ancora bambino, nonno Pietro gli ha affidato questa enorme responsabilità. Bruno, ancora oggi trascorre le sue giornate tra i filari di quello che ama definire “il suo primo amore”: la vigna. Conosce il proprio vigneto pianta per pianta, sa come leggere i segni della natura e interpretarli per aiutare la vite a raggiungere un equilibrio armonioso. Gli odori, i colori, e le sensazioni lo guidano fin da giovanissimo e ancora oggi. Sotto la sua rigorosa supervisione sono svolti tutti i lavori nel vigneto, dalla potatura alla vendemmia, rispettando ancora la tradizione contadina, al fine di ottenere un vino biologico in cui il rispetto della terra e della natura si traduce in sapori e odori autentici e unici. Ci piace pensare che la natura sia una macchina perfetta e il nostro compito è quello di assecondarla.

 

 

Ci scusiamo per l'inconveniente.

Prova a fare nuovamente la ricerca